26 giugno 2009

IL BUON SEMINATORE

Nessuna cosa
è buona
se non viene dal cuore;

niente è bene
quando è fatto
soltanto
perchè conviene;

niente è bene
quando non è fatto
con buona intenzione
volontà e convinzione;

se non hai avuto successo
col tuo operato
ti basti
averci creduto,
avere fatto
tutto quello che hai potuto:

ti basti
avere ben seminato.

( 17 / 02 / 2009 )

COME UN TESTAMENTO

Sii sempre
uomo libero
senza paure

fai le cose
in cui credi
con amore

non stare mai
col piede straniero
sul cuore.

(17-febbraio-2009)

RICERCA

Ho esplorato
buie caverne
e scalato
aspre montagne;

ho aperto
sentieri nuovi
tagliandomi dietro
i ponti;

ho attraversato
l'inferno
per sapere
quale fosse
la volontà
del Padre Eterno.

(1-marzo-2009)

MITI E RITI

il crollo
degli antichi miti
lascia
dentro di noi
macerie e rimpianti.

Sembra
che non possiamo più
andare avanti.

Siamo
guerrieri allo sbando
che combattono
contro i mulini a vento.

Nuovi miti
e nuovi riti
generati
da manti raffinate
ci lasciano allibiti.

Scavano
nel profondo
s'insediano nell'anima
ci fanno vivere
in un altro mondo.


(28-febbraio-2009)

IL TRADIMENTO

Grande tradimento
fu quello di Giuda,
ma non fu
un fatto isolato;

ci fu
quello di Adamo,
che disobbedì
al comandamento divino;

ci fu
quello crudele
di Caino,
che per invidia
fece fuori
suo fratello Abele:

Giuda
pagò con la vita;

Adamo
fu condannato alla fatica;

Caino
fu risparmiato
e il suo peccato
continuò ad essere
reiterato.


(3-marzo-2009)

TEMPO PASSATO

Cadono
lentamente
i ricordi
dall'albero del tempo.

Alcuni
sono
come foglie al vento,

altri
sono
zavorra
scivolata
in fondo al mare,

per rendere più leggero
il navigare
al mio veliero,

altri ancora
sventalano
sul pennone
della mia memoria.

( 10 / 3 / 2009 )

CONFUSIONE

La confusione
chiude la mente,

gioca le sue carte
una ad una
sul tavolo
della fortuna,

non sceglie
mai
niente,

è avida
ansiosa
paralizzante.

( 10 / 3 / 2009 )

LA NOSTALGIA

La nostalgia
è fedele amica.

E' attraente,
possiede il fascino
dell'amante.

E' un soffio di vita
lanciato
nella volta infinita.

E' la casa
accogliente
dell'anima smarrita.

Vive di sogni
e di ricordi,
che scivolano
dolcemente
tra le dita.

(11-marzo-2009)

CONDIZIONE UMANA

Condizione umana
è
dimenarsi
nella rete
degli opposti
e dei contrasti,
senza mai liberarsi.

(13/3/2009)

MEMORIA

Passioni
odi
e rancori

il tempo
distende
e fa decantare.

Vivono
nella memoria
gli amori infranti

e tutte le cose
in cui
ho creduto fortemente.

( 12 / 3 / 2009 )

PARADIGMA

Colui
che viaggiò
di mare in mare,

che fece tutte le battaglie
e ritornò vincitore,

si fece legare mani e piedi
all'albero maestro
per non cambiare direzione,

ma non potè legare il cuore e la mente,
nè frenare le parole,
al canto ammaliante delle sirene.

25 giugno 2009

A GIARDINI NAXOS

A Giardini Naxos
il sole
è sempre
radioso
e splendente,

infonde calore
inonda di luce
la gente.

La sera
scivola
lentamente
e si nasconde.

Al mattino seguente
fa l'occhiolino,
per dire
che non se n'era andato:
che è presente.

(5-dicembre-2008)

GIARDINI NAXOS D'INVERNO

S'impenna
l'onda

avanza
con fragore

precipita
e si distende
in un immenso
pullulare
di farfalle

sembra finire

ma subito
riprende...

(3-dicembre-2008)

LA PACE

La pace è
l'infanzia ritrovata

un gesto
di vicinanza

un atto
d'amicizia

il caldo suono
di una voce

uno sguardo
dolce e sorridente

un cuore aperto
ed accogliente

che dona tutto
senza chiedere niente.

(27-dicembre-2007)

LA DEMOCRAZIA

La democrazia
è
una parola
fondamentale
che si pronuncia
al plurale;
è
libertà
e tolleranza;
non è
anarchia e impotenza;
è
rappresentanza
dell'interesse generale;
è
partecipazione
e pari opportunità;
è
rispetto
dei diritti e dei doveri:
vuole
che tutti
siano trattati
da cittadini veri,
non da coglioni
come vuole
il governo dei padroni.

(14-maggio-2009)

LA MORTE A PALERMO

E' un punto fermo
la morte
a Palermo;

è
il metro di misura
del coraggio
e della paura:

il coraggio
di andare avanti
fra il rischio
e la minaccia;

il coraggio
di guardare
la morte in faccia;

il coraggio
di evitarla
quando ti dà la caccia.

La morte
a Palermo,
assume
varie sembianze
a seconda delle circostanze.

La sua azione preferita
è
lasciarti in piedi
svuotandoti la tua vita

(25-giugno-2009)












"NORMALITA"

Nulla si sa
dei mandanti
delle stragi
di Capaci
e via D'Amelio.

Poco si sa
dei delitti
su commissione,
che mettono a posto
le cose del padrone.

E' tutto a posto
sotto questo cielo,
dove
non passa nuvola
che non voglia
la Cupola.

E' tutto normale
nella Palermo felice,
dove
tutto si sa,
ma non si dice.

Nella Palermo
che è sempre
se stessa,
dove
pure i mafiosi
vanno a messa.


(23- marzo-2008)

STATO E MAFIA

I rapporti
Stato - mafia
sono cambiati.
Lo dicono
i magistrati
la polizia
e i carabinieri:
la situazione
non è più
quella di ieri.
La mafia è
in immersione,
ma in giro
c'è un gran fervore.
Protagonisti
sono
i professionisti
di varia estrazione.
Gente per bene
gente d'onore,
sempre
a disposizione.
Gente
che sa fare
il proprio "mestiere":
pronta
a far sapere
che
chi tocca i fili muore.


(9-febbraio-2008)

MAFIA E ANTIMAFIA

Dalla frontiera
della lotta vera
si vede
chi è a favore
e chi è contro la mafia;

dalla frontiera
di chi si assume
le proprie responsabilità
e risponde di quello che fa;

dalla frontiera
di chi
fa il proprio dovere
e sceglie l'onestà;

dalla frontiera
di chi
non si vende
al miglior offerente;

dalla frontiera
di chi
alla mafia
si oppone concretamente;

non
dalla barriera
di chi
da lontano
tira la pietra
e nasconde la mano.

(27-gennaio-2008)

INABISSARSI

Inabissarsi
dopo la retata,
nascondersi
tra le pieghe
della società,
è scelta obbligata
per mafiosi
criminali
e delinquenti,
per fare meglio
le loro attività.

(22-gennaio-2008)

SCENARIO MAFIOSO

Catturati i soldati
i capetti
i capi bastone
e i capintesta,
altri criminali
e delinquenti
sono pronti
a farsi avanti.
Attendono
dietro le quinte
il loro momento
per entrare in scena
e succhiare il sangue
alla povera gente.

(6-dicembre-2007)

OLOCAUSTO

Il silenzio

degli innocenti

umiliati

offesi

massacrati

annientati

è

dolore strozzato

dolore muto

dolore infinito

dolore urlato

dolore

penetrato

nelle viscere del creato.


(25-gennaio-2015)

FRESCHE ACQUE

Dopo l’arsura,
fresche acque
vengono
a dissetare
la mia arida terra,

a fecondarla
di nuovi umori,

a darle
nuovi germogli,
nuovi odori,
nuovi sapori
e un nuovo respiro,

a scuoterla dal torpore.

L'ANIMA REFRATTARIA

Il Signore

bussa

alla porta dell’anima

col martello di fuoco


e all’anima

refrattaria

sembra un gioco.

LA PIETAS

La Pietas
deve subentrare
alla rabbia
e al rancore,
per andare oltre
con la forza dell’amore.

(30-aprile-2014)

A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Con pennellate d’argento
e strali d’oro
Dio
ha scolpito
un capolavoro:

ha fatto l'uomo
con i segni
della Sua immagine e somiglianza.

Sono segni
della Divina Paternità
che si vedono
nel volto
e nell’anima
dell'umanità.

Sono segni
che rispecchiano
la Sua natura
e la Sua potenza,
la Sua forza
e la Sua mitezza.

Sono segni
della libertà
e della volontà
di Dio creatore
e del Suo comandamento
dell’amore.


( Palermo,18-giugno-2009)

A VOLO RADENTE

Sono passato
a volo radente
sulle onde del mare
e sulle asperità
delle montagne.

Mi sono fatto guidare
dal mio ideale
dalla passione
e dal richiamo del cuore;

Dove mi sono fermato
ho lasciato
una parte di me
e non ho preso niente.


(Palermo,29-maggio-2009)

24 giugno 2009

LA FEDE DI ABRAMO

La fede di Abramo
nella sua essenza
ci fa capire
che
prima viene Dio
e poi
la nostra esistenza.

(Palermo,11-giugno-2009)

MATERIA E SPIRITO

La materia e lo spirito
si rincorrono

si prendono
e si lasciano

si perdono
e si ritrovano

si fondono
e si dividono

sono
preda e predatore

come avviene
nel gioco dell’amore.


(Palermo, 29-maggio-2009)

RICORDI D'INFANZIA (1)

D’estate
risalivamo
il torrente San Giovanni.

Andavamo a caccia
di granchi
lucertole
e serpenti
con in mano
un pezzo di legno,
indossando
soltanto
il costume da bagno.

Lungo le sponde
prati arsi
limoni sparsi
e
in un’ansa
un albero
di gelsi rossi.

L'assalivamo
per tingerci di rosso,
dopo avere mangiato
i suoi frutti
a più non posso.

Poi
tutti a mare
a giocare con le onde
(come in un rito tribale)
per levarci di dosso
l'intenso
colore rosso.

(15-giugno-2009)

GLI UOMINI PASSANO

Gli uomini passano
e le cose restano

a testimoniare
quello che gli uomini
hanno saputo fare

nel bene
e nel male.

Ricordano il passato.

Stanno lì
immobili
ad aspettare.

Parlano
agli occhi
di chi le sa guardare.

Raccontano
la storia
a chi non ha memoria.

(Palermo-16-giugno-2009)

LA "VANEDDA" DI CASA MIA (il vicoletto)

La "Vanedda"
era
luogo d’incontro
per grandi e piccini;
luogo
dove si giocava
e s’imparava
a cavarsela da soli;
dove
era tutto un vociare,
un volersi bene
fra povera gente
che non aveva niente,
un sapersi aiutare
vicendevolmente,
uno scambiarsi
dall’acqua fino al sale
e mangiare quel che c'era;
dove
la gente
stentava
a portare a casa
un pezzo di pane;
gente
che così
non poteva continuare,
costretta ad emigrare;
gente
che non c'è più,
non ci sono più i vicini,
non si sente più
il vociare dei bambini.

( 17-giugno-2009 )

LA VENUTA DI CRISTO

Cristo
è venuto
in mezzo a noi
per aprirci il cuore,

per darci
una lezione
d’amore
e di rigore,
d'amicizia
e fratellanza,
di sapienza
e di costanza;

per decretare
la fine
di ogni belligeranza;

per imporre il silenzio
al male
e fare trionfare
il bene;

per fare conoscere
la sua gloria
e piantare l’eternità
nella storia.

(Tre Fontane, 31-maggio-2009 )

IL MALE

Striscia
come serpe
il male;

vive
di rabbia
e rancore;

ti circuisce
e ti avvolge;

muore
e risorge;

invade
il corpo
e la mente;

è ammiccante;

fa diventare
attraente
ciò che era
ripugnante;

continuamente
si rinnova;

non è mai sazio:
divora
quello che trova.

(Palermo, 19-5-2009)

SEGNO DI CONTRADDIZIONE

Essere
segno di contraddizione
vuol dire
credere
nel Dio dell’amore;
amare
anche quando
si è odiati;
subire
la persecuzione;
amare
la verità e la pace;
essere
bersaglio del male;
vivere
tutto questo
come normale.

(Palermo,7-giugno-2009)

NON SAPPIAMO CHI SIAMO

Non sappiamo
chi siamo.

Viviamo
moriamo
e rinasciamo
cntinuamente,
dentro di noi
e nella mente
di tanta gente.

Cambiamo
sempre
il nostro modello.

Siamo
uno
nessuno
e centomila,
come dice
Luigi Pirandello.

(Palermo, 12-giugno-2009)

VOGLIA DI LIBERTA'

Prendere il mondo
tra le mani
come si prende un pallone
per giocare;
rompere
l’incantesimo
del sistema solare;
sentirsi liberi
di volare
nello spazio stellare.

(Palermo, 15/6/2009)

FASCISMI

Mettere gli altri a tacere
è un paradigma
brutale
del potere.

Così è sempre stato.

Così è
anche oggi
che tutto sembra cambiato.

Così è
per quanti
hanno lottato
e continuano a lottare
con cuore sincero
per la libera espressione
del pensiero.

(Palermo, 9-giugno-2009)

CAOS POSTMODERNO

Tutto si muove
tutto cambia

nessuna cosa
rimane com'era

nessuna cosa
rimane dov'era

ciò che era lontano
si avvicina

ciò che era vicino
si allontana

tutto è
un movimento senza fine

un vorticoso inseguirsi
di palline.

(Palermo, 23-giugno-2009)

EPIGONI

Noi
della generazione
al tramonto
siamo
epigoni
della Resistenza;

epigoni
della liberà
della democrazia
e dell'uguaglianza;

epigoni
dell'equità
della giustizia sociale
e della solidarietà;

epigoni
del progresso
dell’umanità;

epigoni
dei valori ideali
etici e morali;


epigoni
di un tempo
ormai lontano;

di un tempo
che sembra
passato invano;

di un tempo
che ha ceduto il passo
a trogloditi
che succhiano il sangue
al genere umano.

(Palermo, 5-giugno-2009)

BERLUSCONIADE

Azienda inventata

ricchezza inventata

economia inventata

politica inventata

governo inventato

società inventata

Italia inventata,

da Berlusconi,

generata

dalla reazione a catena

della corruzione.



(Palermo, 20-maggio-2009)

LA VITA SOCIALE IN SICILIA

L'omertà
è la regola da seguire.
Non c’è
amicizia
o fratellanza
che possa tenere:
la vita sociale
deve sottostare
al potere criminale.

(Palermo,11-giugno-2009)

TERRA DI SICILIA

In questa terra
che tutto divora,
a nulla vale
lottare
per lo sviluppo
e la giustizia sociale;

a nulla vale
rischiare la vita
contro
mafia e malaffare:

chi
ci ha provato
è stato
prima isolato
e poi eliminato.

(Palermo, 19-maggio-2009)

Invio in corso posta elettronica: TERRA DI SICILIA

 
Il messaggio è pronto per l'invio con i seguenti file o collegamenti allegati:
TERRA  DI SICILIA

Nota: per proteggere il computer dai virus, le applicazioni di posta elettronica impediscono l'invio o la ricezione di alcuni tipi di allegati. Per determinare la modalità di gestione degli allegati, controllare le impostazioni di protezione della posta elettronica.

18 giugno 2009

IL RE E' NUDO

La congiura del silenzio

su schiavi e puttanieri

è finita.

E' montata

la chiacchiera di quartiere

che,

nel più bello,

ha denudato il Cavaliere.

Lui dice

che ha l'anima pura

e dà la colpa

ai giornali spazzatura.

Lui,

Cavaliere senza macchia

e senza paura,

fa tutto

per dare al Paese

una prospettiva futura,

ivi comprese

le prestazioni in natura.


( Palermo, 18 / giugno / 2009 )

immagini